Crea sito

Archive for maggio 28, 2012

Alla scoperta del ciclismo femminile: intervista all’ex atleta elite Alice Marmorini

Alice Marmorini al Giro d’Italia 2010

Il giorno dopo la fine del Giro d’Italia maschile, noi facciamo un tuffo nel mondo semi sconosciuto del ciclismo femminile grazie ad un’intervista con Alice Marmorini, ex atleta elite, che ci spiega come l’impegno e il sacrificio necessari per correre ad alti livelli siano proporzionali a quelli richiesti nel maschile. Levatacce al mattino per rimanere in forma, gare all’estero, doppie sedute di allenamento e studio nel poco tempo libero. Il tutto senza la gloria, le tutele e gli stipendi dell’universo degli uomini in virtù di quell’amore per la bicicletta che, se ti colpisce, ti porta a fare grandi sacrifici senza avere rimpianti. Read more

Playground: quando il basket scende in strada

Bastano un canestro e un pallone, poi si inizia a giocare. Nei parchi e nei campetti di quartiere di tutta Italia, quella dello street basket è diventata ormai una tendenza. Il movimento è partito ovviamente dagli USA, patria della pallacanestro, dove i ragazzi dei quartieri poveri che non potevano permettersi di entrare a far parte di una società sportiva si riunivano in nome dell’amore per lo sport. Oggi nei playground (così vengono chiamati in gergo i perimetri di gioco) della penisola si riuniscono appassionati di ogni età e razza per passare qualche ora di svago e divertimento. Read more

Video: i punti di forza della pallavolo secondo il ct Berruto

Di seguito vi proponiamo uno stralcio della puntata “Uno Mattina Storie Vere” sul tema etica nello sport andata in onda su Rai Uno mercoledì mattina e in cui l’allenatore della nazionale maschile di volley Mauro Berruto ha parlato dei lati positivi della pallavolo, dalla tipologia di gioco al comportamento dei tifosi sugli spalti.

 

Se amate lo sport e i suoi valori date il vostro contributo aiutando nads a crescere mettendo un “mi piace” sulla pagina Facebook o seguendolo su twitter!

Leggi il disclaimer

Intervista a capitan Morrone: “Nel calcio siamo in tanti a fare del bene”

Grazie alla disponibilità dell’ufficio stampa del Parma FC e alla mediazione di Gianmarco Attimonelli, siamo oggi in grado di proporvi un’interessante intervista col capitano dei ducali Stefano Morrone, esempio di correttezza e di umiltà. Premiato lo scorso febbraio al concorso “I piedi buoni del calcio”, organizzato da Gazzetta dello Sport e Lega calcio, per il suo impegno nel sociale, Morrone ci aiuta a portare a galla quella parte sana del mondo del pallone che troppo spesso viene messa in secondo piano da episodi che ne rovinano l’immagine. Di seguito l’intervista al calciatore crociato che da anni è in contatto costante con la famiglia di Giorgia, una bambina leccese colpita da una grave malattia intestinale, per aiutarla a combattere e vincere il male che l’affligge. Read more

Tuffi: dopo gli europei la Cagnotto insegue la medaglia olimpica

La bella tuffatrice bolzanina in una foto scattata ai mondiali di Shanghai del 2011

Cinque medaglie mondiali (un argento e quattro bronzi), nove primi, un secondo, quattro terzi posti europei e una pioggia di medaglie ai campionati giovanili. Questo fino a venerdì scorso. Poi, Tania Cagnotto, tuffatrice bolzanina di 27 anni, ha aggiunto al suo palmares un altro argento dal trampolino da un metro e un oro nel sincro con la Dallapé alla manifestazione continentale di Eindhoven. E’ rimasta invece a bocca asciutta nella gara dai tre metri. Il sogno però è la medaglia olimpica, unica assente nella ricca bacheca della figlia d’arte. Read more

“Nads has a dream”: così questo blog sogna il mondo del calcio

anticap.wordpress.com

Una delle cose che rendono unica l’esistenza umana è la possibilità di poter sognare. I sogni non ce li potrà mai rubare nessuno e, volenti o nolenti, saranno sempre presenti nella nostra mente anche quando non vorremmo o quando pensiamo siano irrealizzabili. La bellezza dei sogni è che sono personali, privati, intimi, fatti su misura da noi, per noi. Anche nads ha tanti sogni e tra questi  c’è quello di poter vedere, un giorno, un calcio diverso. Read more